"...ché un boccale di birra è un pasto da re"

“William Shakespeare”

È nostra premura selezionare con cura le birre che proponiamo, le quali si distinguono per la loro qualità e per la loro particolarità. Nel nostro PUB è possibile degustare birre alla spina come in bottiglia da quelle artigianali e speciali alle più commerciali. Per entrambe le categorie cerchiamo di offrire la più ampia gamma di scelta per soddisfare anche la clientela più esigente.

32 VIA DEI BIRRAI

Prototipo dell’impresa microbrassicola moderna (evidentemente anche, ma non solo, per packaging e grafica studiatissimi), il marchio 32 Via dei Birrai è la concretizzazione di un progetto rispetto al quale il principio della consapevolezza risulta caratterizzante. L’impianto trevigiano sforna prodotti tutti dotati di forte personalità: nei quali le matrici d’ispirazione (la belga su tutte) vengono declinate in modo assolutamente originale. Utilizzando le acque di due fonti di alta montagna (Schievenin e Calocola), il birrificio dà vita a 7 prodotti, tutti ad alta fermentazione  e rifermentati in bottiglia, improntati alla tradizione brassicola inglese e belga. L’azienda produce annualmente circa 90.000 bottiglie, riservando nel contempo una notevole cura nella scelta delle materie prime, che vengono acquistate in tutta Europa (il luppolo, per esempio, a Poperinge, direttamente dal produttore). Attento anche il confezionamento dei prodotti, con la tripla chiusura della bottiglia (capsula, tappo corona e turacciolo) che ne garantisce la perfetta tenuta.

BALADIN

Dal 1996 Baladin è sinonimo di birra artigianale italiana. Alle prime imbottigliate, Super e Isaac, si sono via via affiancate molte altre proposte, che hanno conquistato un numero sempre crescente di consumatori, in Italia e all’estero. Grazie all’estro e alla costanza di Teo le birre artigianali sono arrivate sulle tavole dei grandi ristoranti, come nelle selezioni dei migliori pub e negozi. In questi anni non è mai mancata una continua e incessante ricerca sulle materie prime, sul metodo produttivo, per cercare di offrire sempre il meglio. Oggi le birre Baladin, curate con sempre maggiore maestria da Paolo “Palli” Fontana e del suo staff, sono prodotte con le migliori tecnologie che permettono di coniugare artigianalità e qualità. Oltre 30 varianti di gusto e formato in continua evoluzione e con sempre nuove idee di ricette da aggiungere. Le Speziate: Isaac, Wayan, Nora. Le Puro Malto: Super, Elixir, Leön. Le Luppolate: Super Bitter, Nazionale. Le Speciali: Mielika, Mama Kriek, Zucca, Nöel Vanille, YI-ER, Etrusca.

ALMOND’ 22

Il “minibirrificio”Almond’22 nasce nel 2003 sulle colline di Pescara, in un edificio del 1870 in cui, nel 1922, le mani esperte delle operaie pelavano le mandorle destinate alla produzione artigianale dei confetti abruzzesi. Tutto il lavoro era manuale e puro artigianato. Questa storia ha dato vita al nome “Almond” (che in inglese significa appunto mandorla) generando la produzione di oltre 30 differenti birre con la volontà di mantenere la produzione sempre completamente artigianale.

BIRRIFICIO RURALE

Le birre prodotte sono crude (non pastorizzate), non filtrate e senza aggiunta di alcun conservante, un vero prodotto naturale in cui quei sapori e profumi oggi non percepibili nelle birre commerciali vengono esaltati. Tutto questo con lo scopo di creare una produzione artigianale in cui si privilegi il rapporto con i consumatori, affinché abbiano maggiore sicurezza sulla qualità delle materie prime e possano godere di un prodotto genuino e di qualità.

BIRRIFICIO ITALIANO

Nato nel 1996, Birrificio Italiano è primo birrificio artigianale in Lombardia. Pensato originariamente come brewpub, ad oggi ha meritatamente vinto svariati premi internazionali e partecipato ad alcuni tra i più celebrati festival di birra. Nell’aprile del 1996 viene prodotta la prima birra, la Tipopils, una birra di bassa fermentazione, un tributo alle pils, che con il tempo diventerà un must a livello mondiale.

BREWFIST

BrewFist nasce nel 2010 dalla passione per la birra. Il progetto si basa sul produrre birre originali, di grande bevibilità e qualità. L’azienda è sempre alla ricerca di nuovi ingredienti, nuove tecniche e nuove idee… Con un grande obiettivo: More Beer, More People…

BIRRIFICIO LARIANO

Il 19 maggio 2008 nasce il Birrificio Lariano, caratterizzato dalla produzione di birra artigianale non filtrata, non pastorizzata e senza conservanti. La prima birra è La Grigna, in stile Pils. Oggi, il Birrificio Lariano produce diversi tipi di birra, di cui non vanno dimenticate le “birre in botte”, una nuova linea al gusto di frutto di bosco!

 

ETNIA

Estro, ricerca e tradizione sono gli ingredienti presenti in ogni birra ETNIA. Il sapore, la ricerca degli abbinamenti e la tradizione italiana racchiuse in una una serie di birre che vorrete bere di nuovo. Da una produzione di qualità, costanza e sostanza emergono per gusto ed equilibrio anche le tre birre della linea SESSION, più beverine e leggere, che utilizzano luppoli diversi provenienti da Stati Uniti, Nuova Zelanda e Regno Unito.

EXTRAOMNES

Il birrificio Extraomnes si trova a Marnate (VA) e, con una accurata selezione degli ingredienti migliori disponibili sul mercato, produce birre con un forte accento belga ma ben caratterizzate dall’esperienza dei birrai.

WESTMALLE

L’Abbazia di Westmalle, situata nei pressi di Anversa, è uno dei sei monasteri del Belgio nei quali si produce la birra trappista riconosciuta dalla International Trappist Association. Qui la tradizione birraria affonda le sue radici in una storia secolare, e viene portata avanti da una ventina di monaci e da personale laico impegnati all’interno di una attiva brasserie. Il birrificio nel quale si produce questa specialità belga è attivo dal 1836, anche se l’abbazia che lo ospita (la Onze-Lieve-Vrouw van het Heilig Hart) venne costruita alcuni decenni prima, nel 1794 per la precisione. La prima “creazione” della brasserie di Westmalle fu una birra chiara, poco alcolica e dal sapore dolce; una ventina d’anni più tardi, iniziò la produzione di una birra forte e scura, che oggi viene considerata la vera e propria capostipite della tipologia ‘Dubbel’, anche se la ricetta della Westmalle Dubbel che oggi viene commercializzata venne messa a punto nella sua forma definitiva solo nel 1926.